Cosa sono le fake news?

La disinformazione ha tantissime dimensioni differenti. Scopri come gestire il caos informativo con il blog di Checkaos.

La disinformazione influisce sulla realtà?

Le fake news hanno un’influenza sulla nostra vita, sull’attualità e sulla politica.
Scopri come la disinformazione può modificare la nostra realtà quotidiana:

Twitter e i complottisti di QAnon

Twitter e i complottisti di QAnon

Chi sono i complottisti di QAnon? QAnon è un profilo anonimo che pubblica dal 2017 dei messaggi su 4chan per "risvegliare" le persone dai complotti della politica americana. Le sue teorie vengono chiamate The Storm o The Great Awakening e hanno molte affinità a quelle...

leggi tutto
Perché siamo vulnerabili alla misinformazione? Parte 1

Perché siamo vulnerabili alla misinformazione? Parte 1

First Draft ha pubblicato un articolo per spiegare come la psicologia possa influenzare la nostra predisposizione alla misinformazione. Questi sono i concetti da conoscere per evitare di cadere nelle fake news:  La semplificazione cognitiva;La teoria...

leggi tutto
I social media, la politica e le fake news

I social media, la politica e le fake news

Nel Digital News Report del Reuters Institute di questo anno c'è una sezione dedicata al modo in cui le persone vorrebbero essere informate sulla politica.A diversi intervistati sono state fatte domande come: I media devono segnalare le dichiarazioni false dei...

leggi tutto

La disinformazione e l’odio

A volte le notizie false possono scatenare litigi e commenti carichi d’odio. Per questo Checkaos segue il Manifesto per una comunicazione non ostile ideato da Parole Ostili.
Virtuale è reale

Dico e scrivo in rete solo cose che ho il coraggio di dire di persona.

Le parole danno forma al pensiero

Mi prendo tutto il tempo necessario a esprimere al meglio quel che penso.

Le parole sono un ponte

Scelgo le parole per comprendere, farmi capire, avvicinarmi agli altri.

Condividere è una responsabilità

Condivido testi e immagini solo dopo averli letti, valutati, compresi.

Gli insulti non sono argomenti

Non accetto insulti e aggressività, nemmeno a favore della mia tesi.

Si è ciò che si comunica

Le parole che scelgo raccontano la persona che sono: mi rappresentano.

Prima di parlare bisogna ascoltare

Nessuno ha sempre ragione, neanche io. Ascolto con onestà e apertura.

Le parole hanno conseguenze

So che ogni mia parola può avere conseguenze, piccole o grandi.

Le idee si discutono, le persone si rispettano

Non trasformo chi sostiene opinioni che non condivido in un nemico da annientare.

Anche il silenzio comunica

Quando la scelta migliore è tacere, taccio.