Disinformazione
I social media, la politica e le fake news

Nel Digital News Report del Reuters Institute di questo anno c’è una sezione dedicata al modo in cui le persone vorrebbero essere informate sulla politica.
A diversi intervistati sono state fatte domande come:

  • I media devono segnalare le dichiarazioni false dei politici?
  • I politici possono fare pubblicità sulle piattaforme?
  • Le piattaforme devono controllare le inserzioni politiche?

Vediamo insieme le risposte a queste domande.

I media, i politici e le notizie false

A molti politici capita di condividere notizie o informazioni false. A volte lo fanno per leggerezza, altre per propaganda. Cosa dovrebbero fare i media in questi casi?

I ricercatori del Reuters Institute hanno posto questa domanda agli intervistati:

“Cosa dovrebbero fare i media con affermazioni politiche che potrebbero essere false?”

La risposta è stata questa:

In Italia, il 52% degli intervistati crede che i media dovrebbero mettere in risalto la segnalazione; il 27% crede che non si debbano enfatizzare le dichiarazioni false per non dare attenzioni al politico che le ha condivise; il 21% dichiara di non sapere cosa fare.

Le fake news e le sponsorizzazioni politiche

Prima abbiamo visto cosa dovrebbero fare i media nel caso in cui un politico condivida contenuti falsi. Ma cosa si fa quando si tratta di pubblicità?

I ricercatori hanno posto agli intervistati questa domanda:

“Che cosa dovrebbero fare le piattaforme in caso di annunci politici contenenti informazioni false?”

Le risposte sono queste:

In Italia, il 21% degli intervistati pensa che le piattaforme non dovrebbero bloccare la pubblicità, perché non spetta a loro decidere cosa è vero e cosa non lo è. Il 62% crede che le pubblicità dovrebbero essere bloccate perché le piattaforme dovrebbero creare un ambiente sicuro per l’informazione.

Se vuoi leggere il rapporto completo, lo trovi qui.

Twitter e i complottisti di QAnon

Twitter e i complottisti di QAnon

Chi sono i complottisti di QAnon? QAnon è un profilo anonimo che pubblica dal 2017 dei messaggi su 4chan per "risvegliare" le persone dai complotti della politica americana. Le sue teorie vengono chiamate The Storm o The Great Awakening e hanno molte affinità a quelle...

leggi tutto
Perché siamo vulnerabili alla misinformazione? Parte 1

Perché siamo vulnerabili alla misinformazione? Parte 1

First Draft ha pubblicato un articolo per spiegare come la psicologia possa influenzare la nostra predisposizione alla misinformazione. Questi sono i concetti da conoscere per evitare di cadere nelle fake news:  La semplificazione cognitiva;La teoria...

leggi tutto