Disinformazione
Le “fake news” sono sempre esistite?

“Fake news” passate alla storia

La disinformazione esiste da centinaia di anni e non è un fenomeno esclusivo del nostro secolo. Qualche esempio? La Donazione di Costantino, il Great Moon Hoax e La guerra dei mondi. Tutte queste storie riportavano informazioni false, ma hanno avuto lo stesso molta risonanza tra la gente.

La donazione di Costantino

La Chiesa ha utilizzato per secoli l’atto della Donazione di Costantino per giustificare il suo potere temporale. Secondo questo editto, che risalirebbe ai primi del 300, l’imperatore Costantino I avrebbe attribuito al pontefice dei poteri temporali rendendolo così capo di Stato.

Si è scoperto però che il documento è un falso storico. Alcuni debunker del secolo, tra cui Lorenzo Valla, hanno provato che il documento presentava troppe incongruenze per essere ritenuto vero.

Great Moon Hoax

Un altro caso più recente di fake news passata alla storia è la Great Moon Hoax.
Il 21 agosto del 1835 il New York Sun racconta di alcune scoperte eccezionali. Il titolo dell’articolo era:

Great astronomical discoveries lately made by Sir John Herschel at the Cape of Good Hope.

Il testo racconta le scoperte strabilianti dello scienziato tra cui la vita sulla luna. Dopo il successo della prima parte, sono stati pubblicati altri 6 pezzi che hanno coinvolto sempre di più i lettori. Si è scoperto però che tutta la storia era stata inventata e che lo scienziato non era nemmeno a conoscenza del fatto che il suo nome fosse stato usato per questo scopo.

La vicenda nel frattempo era diventata talmente famosa che fu riportata da moltissimi giornali, anche europei, senza le opportune verifiche.

via GIPHY

War of the worlds

Il 30 ottobre del 1938 la CBS, famosa radio americana, mandò in onda lo sceneggiato di un adattamento del romanzo La guerra dei mondi. I finti notiziari trasmessi dall’emittente parlavano di un’invasione aliena e di come i marziani vennero sconfitti dopo il loro arrivo sulla terra. Il giorno dopo giornali e notiziari parlavano di migliaia di persone prese dal panico che avevano creduto ad una possibile fine del mondo. Le notizie parlavano di molte persone corse in strada per fuggire e anche di qualche caso di suicidio. Oltre ovviamente alle centinaia di telefonate alla polizia per avere informazioni su come proteggersi durante l’attacco.

Questa storia offre l’opportunità di analizzare una disinformazione con due sfumature:

  1. La narrazione radio ha creato confusione ma senza scopi malevoli.
    La narrazione in radio non era cronaca, ma la lettura di una sceneggiatura. Lo scopo di chi aveva pensato a questo tipo di intrattenimento non era quello di creare disinformazione.
  2. La narrazione delle reazioni è stata pensata solo per creare notizia, senza pensare alle conseguenze.
    Pare che il panico di massa non ci sia mai stato. Gli americani che avevano seguito il programma in realtà erano pochi e non hanno avuto reazioni fuori dalla norma. I giornali avevano ingigantito le informazioni solo per fare scoop, senza pensare al fatto che stessero condividendo una notizia falsa.

Fonti:

La donazione di Costantino
Great moon hoax
La guerra dei mondi

Twitter e i complottisti di QAnon

Twitter e i complottisti di QAnon

Chi sono i complottisti di QAnon? QAnon è un profilo anonimo che pubblica dal 2017 dei messaggi su 4chan per "risvegliare" le persone dai complotti della politica americana. Le sue teorie vengono chiamate The Storm o The Great Awakening e hanno molte affinità a quelle...

leggi tutto
Perché siamo vulnerabili alla misinformazione? Parte 1

Perché siamo vulnerabili alla misinformazione? Parte 1

First Draft ha pubblicato un articolo per spiegare come la psicologia possa influenzare la nostra predisposizione alla misinformazione. Questi sono i concetti da conoscere per evitare di cadere nelle fake news:  La semplificazione cognitiva;La teoria...

leggi tutto
I social media, la politica e le fake news

I social media, la politica e le fake news

Nel Digital News Report del Reuters Institute di questo anno c'è una sezione dedicata al modo in cui le persone vorrebbero essere informate sulla politica.A diversi intervistati sono state fatte domande come: I media devono segnalare le dichiarazioni false dei...

leggi tutto